“Colata di Idice”: qualcosa non torna

_LaColata_vista_altoE così sulla “colata di Idice” i nodi incominciano a venire al pettine. Infatti, in una relazione della Provincia relativa all’espansione edilizia di Idice– protocollata nel Comune di Castenaso (bah!) – si legge: “si esprimono forti perplessità al riconoscimento come ambito idoneo ad accogliere nuovi insediamenti residenziali o misti”. Le spiegazioni della relazioni sono varie e vanno dalla presenza di numerose falde acquifere alla scarsità di servizi in loco sino a problemi di viabilità (peraltro dal sottoscritto già in passato evidenziati).

La cosa curiosa, peraltro, è riscontrare che le medesime problematiche erano state riscontrate dalla Provincia anche per l’espansione edilizia della Mura San Carlo sempre nella stessa relazione di cui sopra, successivamente – almeno per quanto concerne questa frazione – modificata e quindi superata.

A ben guardare, quindi, se su ben due zone si sono evidenziati problemi di espansione edilizia – sui quali tra l’altro la procura sta indagando – qualcosa non torna, come già asserito dall’Avv. Samuele Barillà, capogruppo FI in Consiglio Comunale, sulle cui parole concordo.

Ciononostante, aumentano gli <<ultras>> del Sindaco, come se la colpa fosse imputabile solo e soltanto ad alcuni personaggi ben definiti (ad esempio l’ex sindaco Macciantelli). Eppure se ultimamente si stanno scomparendo alcune “magagne” nei piani urbanistici, la situazione è davvero come la rappresentano gli <<ultras>> del Sindaco? A costoro chiedo di rispondere a questa facile (almeno per me) domanda: chi ha governato negli ultimi sessantacinque anni? Il Grande Puffo o sempre gli stessi che – nolenti o volenti – hanno contribuito a questi piani edilizi e a questa urbanistica che oggi è sotto inchiesta?

Alessandro Sangiorgi

Presidente San Lazzaro Futura

2 pensieri riguardo ““Colata di Idice”: qualcosa non torna

  1. Ernesto ha detto:

    Negli ultimi 65 anni , hanno deciso uomini del PCI del PSI del PRI assieme a quelli della DC, insieme si sono spartiti tutto, più recentemente uomini del PD culo e camicia con famiglie di FI..
    Tante singole persone si sono fatte eleggere e con accordi privati si sono spartiti terreni dalla ponticella a idice, passando da lottizzazioni sulla via emilia ecc. ecc..
    Bisognerebbe fare una verifica delle proprietà prime di entrare in consiglio e dopo.
    Ci sarebbero simpatiche sorprese in tutti gli schieramenti, degli ultimi 65 anni.

  2. Alessandro Sangiorgi ha detto:

    Egr. Sig. Machiavelli,
    mi auguro che la giustizia faccia il suo corso e si arrivi a scopire la verità su tutte queste vicende.
    Una cosa è certa: chi ha sbagliato deve pagare. Così come è altrettanto certo che chi governa, al di là dei presunti accordi (non entro nel merito non avendo prove di quello che asserisce), lo dovrebbe fare per il Bene della Comunità e non per interessi personali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *